Il desiderio realizzato di Matteo

Il desiderio realizzato di Matteo

“La Leucemia è solo l’ultima delle patologie che Matteo affronta, perché dalla nascita è affetto da una malattia degenerativa che provoca, appunto, la formazione di tumori…
Lui ha guardato con occhi sognanti i vostri volontari che in varie occasioni ha incontrato nei corridoi dell’ospedale.” –

Abbiamo estratto, dalla lettera di segnalazione della mamma di Matteo, un paio di frasi che ci aiutano a capire quanto è importante incontrare Make-A-Wish, mentre si sta affrontando il percorso di una malattia.

I disagi che noi abbiamo recentemente provato solo in parte, Matteo li vive da anni. Spesso è in ospedale, spesso in isolamento e non può stare mai tranquillo perché la sua malattia non passa. Ma ciò che conta per Matteo e che gli dà la forza per mantenere intatta la sua positività sono le sue passioni e, in particolare, quella per l’Egitto. E’ un appassionato di storia antica, da grande vuole fare l’archeologo e da tempo sognava un viaggio nella Valle dei Re. L’incontro con Make-A-Wish era stato pieno di entusiasmo, il solo pensiero di poter realizzare il suo desiderio lo aveva rallegrato.

La partenza di Matteo è avvenuta subito prima del periodo di lockdown e il rientro è stato un po’ più impegnativo del previsto, ma è andato tutto benissimo. Lui era molto eccitato e i genitori al settimo cielo: “Ci avete reso felici, fatto tornare bambini, abbiamo sentito il vero potere dei desideri e la forza che perseguirli ci dona.” – sono le parole di gratitudine che ci hanno scritto non appena atterrati in Italia.

Questo viaggio ha donato a Matteo una bella carica per affrontare le sue nuove sfide, le sfide di un futuro che non sarà facile, ma sarà rischiarato da tantissimi bei ricordi.

Un ringraziamento speciale all’Azienda ligure Andrea Morando che, con la collezione esclusiva delle “Wish Bags”, ha destinato il ricavato delle vendite alla nostra Associazione e in particolare alla realizzazione del desiderio di Matteo e di Andrea.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*