"Vorrei poter donare un po’ di me stessa ai bambini meno fortunati"

VIOLA – 2019

“Vorrei poter donare un po’ di me stessa ai bambini meno fortunati”

Viola, 15 anni

Quattro anni fa si è ammalata, ma Viola, ragazza dal cuore buono, ha scelto di non piangersi addosso, di reinventarsi e, quando nel suo cammino ha incontrato Make-A-Wish, la sua vita ha subito una nuova svolta.

Ma Viola, ragazza dal cuore buono, ha scelto di non piangersi addosso, di reinventarsi e, quando nel suo cammino ha incontrato Make-A-Wish, la sua vita ha subito una nuova svolta. Le veniva offerta la possibilità di esprimere il suo grande desiderio, lei ci ha pensato e si è ricordata di un viaggio dove aveva provato emozioni forti a contatto con i bambini del posto. L’affetto donato e allo stesso tempo ricevuto le è stato d’ispirazione, Viola desiderava scambiare un sorriso, dare un pezzettino di sé ai bambini più bisognosi – Vorrei poter donare gioia ed emozioni a tanti bambini meno fortunati – aveva confidato ai volontari Make-A-Wish.

“Sicuramente un desiderio insueto per una ragazza così giovane. Ma siamo fieri della sua richiesta così matura❤ Le situazioni della vita che a volte ci travolgono, spesso ci rendono migliori e ci fanno riflettere sulle cose importanti. Nonostante tutto noi ci riteniamo fortunati ❤ Abbiamo imparato a vedere il bicchiere sempre mezzo pieno e mai mezzo vuoto!” aveva scritto la sua mamma.

E così Make-A-Wish si è messa all’opera e, con il supporto di due importanti organizzazioni umanitarie, OVCI e Ai.Bi., ha organizzato per Viola un eccezionale viaggio in Marocco. Arrivata a Fès con la sua famiglia, Viola è subito ripartita per Meknes. Ad attenderla c’era Roberta, volontaria del servizio civile, insieme si sono dirette all’orfanotrofio dell’Ospedale Mohammed IV, dove Viola ha potuto trascorrere momenti particolarmente intensi con i bambini che vivevano lì.
Nella lettera che Viola ci ha scritto al suo rientro, racconta le innumerevoli emozioni di quel giorno; il poter allattare i bambini che non avevano neppure un anno, truccare i più grandicelli, colorare insieme a loro, preparare la merenda, scegliere la musica e allestire una sala con tanti palloncini per la consegna ufficiale dei doni provenienti dall’Italia, che lei stessa aveva potuto raccogliere. E’ stato molto toccante tutto ciò – scrive Viola – I bimbi erano bellissimi, molto affettuosi, volevano essere presi sempre in braccio, essere coccolati, insomma un’esperienza unica.
Viola si è dedicata con immenso amore anche ai bambini disabili, con loro ha riso, scherzato. E poi, sul terrazzo dell’ospedale, si è svolta una bella festicciola, con tutti i bambini che correvano con gli occhi pieni di gioia; si sono messi a giocare, a ballare, erano felici. Il tempo è volato, sono arrivate le 6 di sera ed era il momento di rientrare a Fès. Il giorno successivo, prima di ripartire per l’Italia, una guida ha permesso a Viola e ai suoi genitori di visitare la città, potendo mangiare nei posti tipici, vedere le principali attrazioni e fare un po’ di shopping.

“È stata un’esperienza fantastica, emozionante che mi ha riempito il cuore e che vorrò fare di nuovo appena possibile. Grazie Make-Wish per avermi dato questa opportunità, un viaggio meraviglioso che mi ha permesso di portare un sorriso, un gesto di affetto a chi oggi ne ha davvero tanto bisogno.”

Grazie a te Viola, sei una persona davvero speciale, così come è stato speciale poter realizzare il tuo sogno; perché, come ci scrive anche Roberta di OVCI “Il desiderio di Viola è un desiderio che tocca tutti, e il dono più grande è stato donare un po’ della sua fortuna/forza a questi bambini, ossia un’atmosfera di affetto, spontaneità e gioia che si vivono in Famiglia.”

Grazie di cuore

ai donatori che hanno adottato il desiderio di Viola

alle Associazioni OVCI e Ai.Bi. per la preziosa collaborazione

Un ringraziamento speciale

Martina Del Corno e Andrea Villa – Volontari Make-A-Wish Italia

Grazie 

24 Settembre 2019
Make-A-Wish BLOG