“Vorrei avere una carrozzina speciale...”

PAOLO – 2011

“Vorrei avere una carrozzina speciale…”

Paolo, 15 anni, affetto da Osteosarcoma

“Cari amici di Make-A-Wish,
vi scrivo per ringraziarvi infinitamente per la bellissima sorpresa che mi avete fatto durante una partita della mia squadra del cuore, la Cimberio Basket Varese.
Sono abituato ai “tiri mancini” di papà e quando quella sera lo speaker mi ha chiamato sul parquet all’intervallo tra il secondo e il terzo quarto, in mezzo a tutta quella gente che gremiva gli spalti per la partita, oltre 4.000 persone, ho pensato ai suoi soliti scherzi! Me lo sono mangiato con gli occhi e sono andato al centro del campo, con le gambe che mi tremavano un po’.
Ho pensato che avrei dovuto tirare a canestro per vincere il solito viaggio messo in palio dallo sponsor di turno e invece… all’improvviso ho visto sbucare dal tunnel che porta negli spogliatoi una splendida carrozzina da gara, blu con i palloncini attaccati, spinta niente di meno che dal “Poz” e da “CeccoVescovi.
La “monovolume” che desideravo, quella che mi permetterà di tornare a giocare a basket, lo sport che ho amato e che continuerò ad amare per sempre. Basket in carrozzina, ma pur sempre basket. È in titanio proprio come la mia protesi al ginocchio, quella che mi hanno impiantato dopo una diagnosi di osteosarcoma.
Ci sono voluto salire subito su quella meraviglia, non ho saputo aspettare, non vedevo l’ora di spingere su quelle ruote per sfrecciare veloce con la palla in mano e andare a canestro.
E’ stata una serata meravigliosa ricca di emozioni, quelle vere, quelle che grazie a voi ho potuto vivere in quella splendida serata.
Ora che i meccanici della Briantea84, la società per cui gioco, hanno messo a punto il “bolide” ho potuto finalmente giocare una gara di campionato. Con la mia nuova carrozzina superleggera sfreccio velocissimo, mi muovo con agilità zigzagando in mezzo al campo, driblando gli avversari, anche quelli più ostici. Nella mia prima partita con la nuova “carrozza”, quel pomeriggio a Torino, ero talmente gasato che sono riuscito addirittura a fare 14 punti. Sono veramente felice!
Ringrazio la Make-A-Wish e in particolare Barbara e Valeria che, con papà, hanno organizzato la splendida sorpresa. Ringrazio Cecco Vescovi e Pozzecco per la loro disponibilità. Ringrazio anche Manuela Crivellaro del Ponte del Sorriso che ha voluto condividere questa bellissima giornata.
Grazie ancora di cuore vi voglio bene.”
Paolo, il Titan.

Leggi di più...

“Care Valeria e Barbara,
in questi ultimi anni, l’esperienza della malattia di Paolo, ci ha permesso di conoscere persone splendide e vivere emozioni eccezionali. Tra queste persone abbiamo aggiunto anche voi.
Continuate così ragazze, il vostro lavoro, ve lo assicuro, è unico perché non ha valore. Non c’è moneta che possa ripagarlo. Quello che fate per questi ragazzi è ammirevole. Le emozioni che trasmettete, sono energia pura che valgono quanto una terapia, sono una medicina, aiutano i nostri ragazzi a superare questi periodi non proprio felici.
Il sorriso che si stampa sui volti dei nostri figli serve a noi genitori a trovare la forza per continuare a lottare al loro fianco. Serve per non mollare, non mollare MAI e sperare che un giorno tutto finisca. Per continuare a sognare un futuro migliore, per progettare la VITA che verrà. Continuate così ragazze perché il vostro lavoro è speciale, continuate così perché i nostri figli possano anche solo per un giorno rallegrarsi e ritrovare il sorriso. Continuate così perché il vostro lavoro ci aiuta a sognare.
Continuate così… Un caloroso abbraccione”
Piercarlo (papà di Paolo)

Grazie di cuore

 Sisal S.p.A.
Francesco Vescovi Cimberio Basket Varese
Gianmarco Pozzecco
Marco Zamberletti Cimberio Basket Varese
Sunrise Medical s.r.l.

Grazie 

Make-A-Wish BLOG