“Vorrei assistere ad una partita dei New York Knicks...”

MATTEO – 2013

“Vorrei assistere ad una partita dei New York Knicks”

Matteo, 17 anni, affetto da Distrofia Muscolare Congenita

Un’esperienza fantastica che ha ridato a Matteo la forza per andare avanti. Com’è andata ce lo racconta lui stesso:

“Ehi! Ciao a tutti! Mi presento, mi chiamo Matteo Gualandris, ho 18 anni e abito in provincia di Bergamo con la mia famiglia.
Soffro fin dalla nascita di distrofia muscolare, perciò sono costretto a vivere su una sedia a rotelle. Frequento la classe 5^ del liceo Scientifico Maironi da Ponte di Presezzo, non sono una cima a scuola ma diciamo che me la cavo dai!
Parliamo ora del mio desiderio: sono venuto a conoscenza di Make-A-Wish tramite i genitori di un mio amico disabile, e potete immaginare quale è stata la mia reazione quando mi hanno dato questa bella notizia. Immediatamente mi sono venute in mente un sacco di idee per il mio desiderio, ma sapevo già che cosa avrei chiesto: dato che amo la pallacanestro e il mondo NBA, non potevo non chiedere di assistere ad una partita dei New York Knicks, mia squadra preferita da sempre, e di conoscere personalmente i giocatori e, ovviamente Carmelo Anthony!!
Insomma, quando Make-A-Wish mi ha contattato e le volontarie sono venute ad intervistarmi, la mia richiesta è stata proprio questa.
Dopo qualche mese ho avuto la bella notizia: io, assieme a mia mamma Stefania e mio fratello Alberto, avrei realizzato il mio desiderio!
In pochi giorni abbiamo preparato il necessario per la partenza, con l’entusiasmo a mille!
Arrivati a Malpensa e appena imbarcati, il viaggio assume una piega fantastica! A turno le hostess e gli stewart vengono a salutarmi ed a chiacchierare con me, persino il pilota dell’aereo ha annunciato il mio nome all’altoparlante, cosa che ha portato i passeggeri ad applaudirmi! Insomma, non poteva cominciare meglio questa vacanza!
Il primo impatto appena arrivati in città è stato di grande effetto! Grattacieli, luci, traffico, pazzesco! La mattina seguente ci siamo alzati, e in un batter d’occhio siamo scesi a far colazione e ci siamo preparati per uscire.
Abbiamo visitato il centro di New York, e nel tardo pomeriggio, grazie a Make-A-Wish, abbiamo avuto la possibilità di vedere la città dalla vetta del mitico Empire State Building! UNO SPETTACOLO! Migliaia di luci illuminavano la città, uno scenario fantastico, unico, mai visto prima!
Il giorno seguente era quello tanto atteso, quello della partita dei Knicks al famigerato Madison Square Garden!

Manny, un volontario di Make-A-Wish, ci è venuto a prendere in Hotel, e successivamente abbiamo raggiunto il Madison in Limousine!
All’arrivo al palazzo, ci sono stati consegnati dei pass per la consueta sessione di riscaldamento prepartita, e più tardi avremmo effettuato il nostro ingresso a bordo campo, per assistere all’arrivo dei giocatori. Il colpo d’occhio è stato sbalorditivo, non potevo crederci, ero all’interno dell’arena più famosa al mondo, e stavo passeggiando per il campo come un vero giocatore dei Knicks!
Piano piano incominciano ad arrivare i giocatori, Iman Shumpert, Raymond Felton, Tyson Chandler e Andrea Bargnani, mi trattano tutti come una star, e sono tutti disponibilissimi per scattare delle foto insieme. Andrea mi raggiunge e mi consegna un regalo particolare: una maglia personalizzata dei Knicks!! La serata è iniziata alla grande!
Abbiamo raggiunto i nostri posti in tribuna e assistito alla partita.
Purtroppo la serata è finita, ma sapevo che il giorno seguente sarebbe stato altrettanto fantastico, se non ancora di più!
Maria, un’altra volontaria, ci ha raggiunto al nostro hotel, ed insieme ci siamo recati al training center dei Knicks, dove avrei realizzato il mio desiderio di incontrare Carmelo Anthony, il mio giocatore preferito!
All’arrivo, Gianna, Mariah ed Angelina, tre ragazze di Garden of Dreams, mi hanno accolto con palloncini e decine di regali, tra cui potevo vedere magliette, cappellini e persino un pigiama dei Knicks!! Successivamente io e mio fratello abbiamo visitato il traninig center della squadra, dove tutti i membri dello staff mi hanno accolto molto calorosamente.
Terminato il nostro tour, ci siamo recati sul parquet del campo per assistere da vicino all’allenamento della squadra; è stato bellissimo vedere i giocatori allenarsi ed allo stesso tempo osservarli comunicare e ridere insieme.
Concluso l’allenamento abbiamo avuto la possibilità di scattare altre foto con i giocatori e con il coach Woodson, più gentile che mai!
Ora la nostra destinazione era la sala da pranzo, dove avremmo mangiato assieme alle ragazze di Garden of Dreams e Maria: terminato il pranzo arriva a salutarmi niente popò di meno che Carmelo Anthony, che mi consegna una sua maglia originale e autografata da lui stesso!!
Abbiamo chiacchierato per qualche minuto, scattato altre foto insieme e poi ci siamo salutati.
Anche questa è stata una giornata fantastica, indimenticabile!!
Non avrei mai potuto immaginare un’accoglienza del genere e tanto affetto da parte di tutti, sulla mia faccia in quei bellissimi momenti era stampato un sorriso enorme, e non trovavo le parole per ringraziare i ragazzi e le ragazze per tutto questo!
Come dice Jared Leto, cantante dei 30 Seconds to Mars, nella canzone “Do or Die”, “I will never forget the moment”, non dimenticherò mai questo momento.
Avevo realizzato il mio sogno e non potevo chiedere niente di più!
Ora siamo a casa, e portiamo dentro di noi qualcosa di magnifico, un ricordo che ci rimarrà nel cuore per sempre. Quello che voglio dire è, GRAZIE! GRAZIE! GRAZIE di cuore da tutti noi.

Ringrazio in modo particolare Silvia, di Make-A-Wish Milano, che ha curato l’organizzazione di questo magnifico viaggio, impiegando gran parte del suo tempo esclusivamente per noi!

Grazie infinite a

Grazie di cuore a Carmelo Anthony e
tutta la squadra New York Knicks

Un ringraziamento speciale a:
Make-A-Wish® Metro New York

Grazie di cuore

Make-A-Wish BLOG