“Vorrei incontrare Jovanotti...”

LISA – 2012

“Vorrei incontrare Jovanotti…”

Lisa, 16 anni, affetta da Tumore germinale

“Sabato mattina, appuntamento a Caserta. Piove a dirotto, ma la Lisa è lì che aspetta comunque, in compagnia del papà, della mamma e di sua cugina.
D’accordo con i genitori le raccontiamo che dobbiamo incontrare un nostro amico, il quale forse ci procurerà dei pass per assistere al concerto nel settore dei fotografi. Una volta arrivati al Crowne Plaza, con una scusa li faccio aspettare fuori ed entro per incontrare Jerry, la manager, la quale, disponibilissima e gentile, ci dice che non c’è problema a fare una sorpresa per Lisa. Allora avverto gli altri, gli dico di entrare e di sedersi su uno dei divani nella hall. Di fronte a noi, in incognito, si seggono Jerry e gli accompagnatori dell’artista. Facciamo in modo che Lisa si metta al centro, alle spalle delle scale che danno alle camere.

Mentre chiacchieriamo del più e del meno ecco che arriva alle sue spalle il suo MITO.
Lorenzo Cherubini Jovanotti entra in scena da par suo, diretto verso di lei grida “Dove sei?” e la prima cosa che fa è stringerla in un abbraccio fortissimo.
Lisa si alza in piedi e il volto è una esplosione di gioia, rimane a bocca aperta per un bel po’, le manca il fiato e sembra davvero non credere ai suoi occhi. E’ uno spettacolo di un’emozione unica guardarla incantata con lo sguardo fisso su di lui. La disponibilità di Lorenzo è da applausi, le dedica molta attenzione e le fa un sacco di domande. A Lisa trema la voce. Le chiede dei concerti ai quali ha assistito, tre, di cui il primo a 12 anni. Qual è la sua canzone preferita. “Mi fido di te” risponde Lisa. Poi lei gli mostra una foto, in ospedale, di quando si è disegnata sulla testa un cuore con la scritta Jova. Lui sorride e le da della matta. Jovanotti firma ogni cosa che Lisa ha portato. Libro, maglia, cd, dvd … dediche ovunque, vignette e disegnini. Le lascia persino il suo contatto mail. Si mette in posa per tutte le foto con lei.
Scherza anche con noi, ma ogni sua battuta e accompagnata da uno sguardo per lei. Ogni tanto l’abbraccia. Le racconta di come si prepara per i concerti, di come si sente sul palco e di come dopo non riesce a dormire.

Lisa è travolta da lui, vorrebbe piangere ma non lo fa, perché credo che le lacrime non le appartengano. E’ forte, è coraggiosa, è piena di vita. E’ una che, in un giorno di pioggia, ti dice che è bellissimo, perché ha visto l’arcobaleno! E quando arriva il momento di andare, Lorenzo si alza saluta tutti e, dopo averla di nuovo abbracciata per un’ultima volta, le dice: “mi raccomando Lisa, mi fido di te!

Claudio – Volontario Make-A-Wish® Italia Onlus

 Grazie di cuore
Jovanotti
Jerry Pirro
Maurizio Salvadori

Grazie 

Make-A-Wish BLOG