“Vorrei incontrare i Thirty Second to Mars...”

GIUSEPPE – 2015

“Vorrei incontrare i Thirty Second to Mars”

Giuseppe, 16 anni, affetto da Epatocarcinoma

Capelli lunghi, frangia sul volto, camicia a quadri nera e rossa, maglietta gigante e collana con un grande triangolo… questi i codici degli Echelon, un gruppo di cui fa parte anche Giuseppe, che si era presentato alla nostra intervista vestito così. Ragazzi e ragazze che condividono la passione per una band musicale, i “Thirty Second to Mars”. Trascorrere del tempo con loro e assistere ad un loro concerto era il suo più grande desiderio. “Mi fanno ridere, piangere, pensare e amare, mi fanno vivere in maniera diversa. Grazie a loro ho conosciuto nuove persone importanti come l’aria” con queste parole, Giuseppe tempo fa ci aveva trasferito le sue emozioni per farci capire quanto questo incontro avrebbe potuto cambiargli la vita.

Quando abbiamo confermato a Giuseppe che il suo sogno si sarebbe realizzato, non riusciva a crederci! I Thirty Seconds to Mars sarebbero stati in concerto a Dubai il 25 settembre e Giuseppe sarebbe presto partito con il papà e la sua più grande amica, a cui la mamma ha ceduto il posto, anche lei appassionata dei Thirty Seconds to Mars. Un viaggio con Fly Emirates, un hotel da sogno e la visita guidata della città dove modernità e tradizione si incontrano, dove nel centro commerciale c’è addirittura una pista da sci, dove ci sono i più bei spettacoli delle fontane illuminate a tempo di musica e dove poter visitare Burj Khalifa, la torre più alta del mondo, sono state le prime esperienze di Giuseppe. Ma le soprese più grandi dovevano ancora arrivare, il giorno clou è stato il 25 settembre, quando un volontario di Make-A-Wish Emirati Arabi è andato a prenderlo per accompagnarlo al concerto. Lì Giuseppe ha partecipato allo “screening of Artifact”, un documentario sulla musica, e ha potuto fare una foto con Jared Leto, leader gruppo, e con gli altri due componenti della band. L’adrenalina e le emozioni vissute non hanno più abbandonato il nostro ragazzo che era letteralmente al settimo cielo. Al suo rientro non parlava d’altro e i suoi genitori, vedendolo finalmente così felice, gli hanno regalato un mega poster che lo ritrae con il suo idolo e che ora ricopre l’intera parete della sua stanza.

Un ringraziamento speciale 
ai Thirty Second to Mars
a Make-A-Wish Emirati Arabi
ai nostri volontari Valentina Proietti e Paola Coluccia

Grazie di cuore

creatività logo 300x300     P&G

Make-A-Wish BLOG