“Vorrei essere un telecronista sportivo...”

FRANCESCO – 2012

Vorrei essere un telecronista sportivo

Francesco, 16 anni, affetto da Tetraparesi spastica

“Cara Valeria, cara Patrizia, cara Roberta, caro Riccardo e carissimo Beppe da oggi…  fate pure come Aldo Giovanni e Giacomo…chiedetemi se sono felice!”

Queste le parole che ci ha scritto Francesco subito dopo aver realizzato il suo grande sogno. Francesco, sedicenne e grande tifoso dell’Inter, ha una personalità incredibile ed una forza che non ha eguali. Il suo desiderio è diventato realtà, grazie alla disponibilità e alla grande organizzazione di Sky. Sky ha inviato a Francesco un invito ufficiale alla partita Inter Siena e un video di Fabio Caressa, che lo invitava ad andare nei loro studi per il commento ufficiale alla partita. L’accoglienza è stata pazzesca, sia da parte di tutte le persone che erano coinvolte, sia da parte di Beppe Bergomi, con il quale Francesco si è intervallato nel fare la telecronaca. Noi che lo ascoltavamo guardando le immagini, eravamo stupefatti, siamo rimasti senza parole. Passione ed entusiasmo durante le azioni migliori, considerazioni e commenti sempre appropriati, Francesco ha saputo davvero svolgere questo ruolo con un livello di professionalità altissimo. Nessuna differenza rispetto ad un telecronista vero! Lo stesso Bergomi lo ha potuto apprezzare e gli ha lasciato uno spazio importante. Le foto di Francesco sono belle, ma non riescono a raccontare fino in fondo le emozioni di questo desiderio. Mentre le mail scritte dal ragazzo e dalla sua mamma lo fanno perfettamente. Loro ci hanno saputo comunicare la gioia che hanno vissuto e ci ringraziano con parole toccanti che colpiscono il profondo del cuore. E’ per questo che abbiamo voluto pubblicarle qui sotto. Grazie a te Francesco! Grazie perché ci hai regalato emozioni rare!

Leggi di più

Queste le parole che ci ha inviato Francesco, dopo aver realizzato il suo desiderio:
“Cara Valeria, cara Patrizia, cara Roberta, caro Riccardo e carissimo Beppe,
da oggi…fate pure come Aldo, Giovanni e Giacomo… chiedetemi se sono felice! Non sono felice, non lo sono proprio… Sono felicissimo!!! Non sarei così felice nemmeno se avessi tutto l’oro del mondo.
Ieri ho provato un’emozione fortissima, fingevo di esserci abituato, ma la verità è che non mi era mai capitato di sedermi al fianco di un grande calciatore e di un grande giornalista come Beppe Bergomi. So di essere un pivellino, ma lui mi ha parlato come se fossi un suo collega, come se fossimo l’uno la spalla dell’altro, e io non lo dimenticherò mai. Così quando i miei compagni mi prenderanno in giro o staranno tra loro lasciandomi da solo, ripenserò a questa giornata e… non mi faranno nè caldo nè freddo.
La mamma, invece, non c’è niente da fare, ogni volta che racconta di questa mia telecronaca… ha il mento che le trema come la migliore gelatina di Benedetta Parodi… Strano, non sapevo che ci possono essere cose così belle da farti piangere…
Insomma GRAZIE MILLE anche da parte sua,

Francesco
PS E grazie anche da parte di mio nonno che ha detto di avere trovato delle persone proprio molto educate (per lui, fidatevi, è il massimo dei massimi dei complimenti)”

Queste le parole che ci ha scritto la mamma di Francesco:
“Gentile Dottor Frontani, Cara Valeria, sono Anna, mamma di Francesco.
Francesco non poteva proprio tenersi una gioia così grande per sé e mi ha fatto leggere la sua posta di questi giorni.
Difficile dire cosa provo…a parte il mento che trema…
Fino a ieri pensavo che fosse indispensabile, per non aggiungere la delusione alla sofferenza di tutti i giorni, insegnare a Francesco a “restare con i piedi per terra” e così, giorno dopo giorno, nelle mie contrattazioni con il Destino, ho imparato ad abbassare le mie richieste al minimo.
Quando però l’altro giorno ho visto Francesco, cuffie alle orecchie, occhi puntati sul teleschermi di Sky e tutto il mondo fuori… quando l’ho sentito dalla prima battuta all’ultima impegnare allo spasmo ogni cellula del suo corpo, della sua intelligenza e del suo cuore nella telecronaca di una partita che, metaforicamente, sembrava la storia della sua vita… qualche piccola vite nell’impalcatura delle mie certezze si è allentata…
So che questi giorni non possono certo cambiare la sua vita, sono riusciti però a cambiare il nostro modo di viverla.
Il vostro affetto e le vostre parole ci hanno dimostrato quanto può essere bello condividere i nostri sogni con qualcuno che non siamo noi… E quanto può essere piacevole, per una volta, abbandonarsi a qualcuno che non siamo noi…
Perciò, se mai doveste avere bisogno di qualsiasi cosa da parte nostra per realizzare il sogno di qualsiasi altro ragazzo (o magari anche il vostro)… fin d’ora vi offriamo tutta la nostra disponibilità e il nostro incondizionato sostegno.
Grazie ancora, un GRAZIE SENZA FINE, da parte di Francesco e di tutti quelli che gli vogliono bene.”

Grazie di cuore a

Sky Sport

Fabio Guadagnini, Fabio Caressa, Beppe Bergomi, Roberta Noe, Signor Riccardo, Nando Lecce, Barbara Gargiulo, Paolo Viganò
FC Internazionale

 

Grazie 

Make-A-Wish BLOG