"Vorrei andare al Castello delle Fate e delle Principesse"

CLARA – 2019

“Vorrei andare al Castello delle Fate e delle Principesse”

Clara, 8 anni, affetta da tumore

Ci sono delle storie che, più di altre, ci fanno capire quanto sia importante ciò che facciamo, ci regalano emozioni in diretta e ci aiutano a mantenere alto l’entusiasmo. Ci sono testimonianze che toccano il cuore, come quella che abbiamo avuto l’onore di ricevere dal papà di Clara al loro rientro da Disneyland Paris.

Nella vita di Clara, dei suoi genitori e della sorellina, la malattia si è presentata senza bussare alla porta e in modo particolarmente aggressivo. La mamma, nella sua lettera di segnalazione, aveva saputo raccontare in modo conciso, senza toni melodrammatici, ma spiegando molto bene la gravità della situazione della loro bambina. Quando abbiamo letto le sue parole – “Dopo tutto il percorso di cure già fatto da Clara non restano ancora molte possibilità di percorsi clinici alternativi, ed il motivo della nostra richiesta è far vivere a Clara qualche momento indimenticabile e di assoluta felicità…” – abbiamo capito che non si poteva attendere e abbiamo organizzato tempestivamente la visita dei volontari. Nell’incontrare Clara e i suoi genitori, i volontari hanno trovato delle persone che, pur vivendo sulle loro spalle un dolore inenarrabile, hanno scelto di non sprofondare nel dramma e hanno pensato di chiedere aiuto a Make-A-Wish.

In Make-A-Wish la mamma e il papà di Clara hanno visto esattamente ciò che la nostra Associazione si propone di fare: la possibilità di donare alla loro bambina qualcosa di straordinario, un’esperienza di vita meravigliosa, dopo due anni di operazioni, ospedali, aghi, camici bianchi, medicine, tutte quelle cose per cui Clara era terribilmente stanca. Lei in quel momento aveva solo bisogno di ritrovare un po’ di forza e i suoi genitori di vivere qualche giorno di serenità, allontanando i pensieri più brutti.

“Abbiamo conosciuto questa meravigliosa realtà nel momento più buio della vita della nostra famiglia, ancora una volta ci siamo ritrovati a fronteggiare una realtà dura, durissima quando ti viene comunicato che esiste la possibilità di perdere un figlio. La malattia spesso fa risaltare tantissimi altri aspetti e sfumature che in condizioni normali non percepisci e non riesci a cogliere, come la assoluta bellezza della normalità, il vivere la propria esistenza in ‘semplicità’, senza nulla chiedere se non la certezza di vedere i propri figli crescere. Ma la malattia porta con sé anche molte altre problematiche che seppur di contorno assumono un aspetto molto rilevante per gli equilibri familiari e che minano inevitabilmente quella serenità e semplicità che va assumendo sempre più valore.

Proprio in questo momento così triste, abbiamo ricevuto il primo sorriso, portato in casa nostra dai vostri volontari che per primi hanno conosciuto Clara ascoltando i sogni e i desideri di questa piccola vita. Siete riusciti a infondere in lei l’aspettativa di qualcosa di meraviglioso, di fantastico, che di lì a poco avrebbe vissuto in prima persona. Siete riusciti a farle toccare con mano l’esistenza di un mondo fantastico che avrebbe raggiunto volando e vissuto realmente, avrebbe vissuto un qualcosa che fino a quel momento aveva solo immaginato e fantasticato […].”

Il desiderio di Clara

Ed è proprio così che è andata, mamma, papà, Clara e sorellina sono partiti tutti insieme alla volta di Disneyland Paris e il sogno di Clara è diventato realtà. Sorpresa, stupore, incanto, Clara si è immersa pienamente nel suo magico sogno, e in lei si è riacceso il sorriso. E non solo, una volta al Parco – come racconta il papà – Clara non ha più sentito la stanchezza che fino al giorno prima la costringeva a pochi passi al giorno, non ha più voluto riposare ma solo scoprire tutto ciò che di nuovo l’attendeva. A Disneyland Paris Clara era un ospite speciale, era l’Amica di Make-A-Wish e, saltando ogni coda, ha volato sulle ali di Dumbo, sul tappeto volante di Aladdin, ha navigato tra le simulazioni del mondo di Peter Pan, si è goduta ogni istante, ogni attrazione e… meraviglia delle meraviglie… ha perfino pranzato nel castello con tutte le sue amate principesse.

“[…]Sì, è cosi, noi adulti spesso non crediamo nella forza e nella potenza dei sogni, dei desideri e nel vederli realizzati, ma Voi che vivete avverando i sogni di piccole vite in difficoltà sapete bene quanto invece sia efficace in questi percorsi così difficili regalare quei rarissimi momenti di serenità e normalità, attraverso avventure fantastiche e incredibili costruite sapientemente con eccezionale e straordinaria dedizione. Grazie Make-A-Wish!!”

Grazie di cuore

Un ringraziamento speciale

Cinzia Cerasa, Monica Malatesta e Alessandra Pontecorvo – Volontari Make-A-Wish Italia

Grazie 

24 Settembre 2019
Make-A-Wish BLOG